Il neo, o nevo, è un tumore benigno dell’ epidermide dovuta ad un accumulo di melanociti.

I melanociti sono le cellule che producono la melanina, il pigmento che definisce il colore della nostra pelle e che ci permette, con l’ abbronzatura, di difenderci dal sole.

Nella maggior parte dei casi la comparsa dei nei non genera alcun tipo di problema. Talvolta però, il neo può dare origine alla formazione di un melanoma, una forma particolarmente aggressiva di tumore della pelle, che può diventare molto pericoloso perché tende a diffondersi ad altri organi del corpo.

È quindi fondamentale individuarlo tempestivamente per consentire terapie efficaci e una guarigione completa.

Qualora si noti la comparsa di nei sulla propria pelle, o nel caso si rientri nella categoria di soggetti a rischio, sarebbe indicato sottoporsi rapidamente a una visita dermatologica.

In particolare, è consigliato effettuare un controllo nei seguenti casi:

  • soggetti che presentano quantità elevata di nei;
  • caratteristiche particolari della pelle del soggetto;
  • soggetti con carnagione molto chiara, quindi più esposta ai rischi legati ai tumori della pelle;
  • in caso di prolungate esposizioni al sole;
  • in seguito a scottature in zone esposte a traumi, come i piedi, le mani, sotto il reggiseno, la cintura dei pantaloni, e così via;
  • quando si individua un cambiamento di forma, colore o dimensioni di un neo;
  • se ci sono casi di melanoma in famiglia.

Durante la visita il dermatologo il dermatologo esamina i nei con uno strumento chiamato dermatoscopio, un piccolo microscopio a luce polarizzata.

Nel caso in cui lo specialista dovesse rilevare un neo sospetto, può procedere alla rimozione chiururgica o tramite laserterapia, o a biopsia cutanea per accertare la natura della lesione.

Per tutto il mese di giugno
controllo nei a 80 euro

Dermatologi:

Betti Silvia

Bonciani diletta

Cannarozzo Giovanni

Quintarelli Lavinia